Il Basilico


Il Basilico

Il Basilico è uno dei primi nostri ingredienti. E’ nello stesso momento, un simbolo, un profumo, un sapore inconfondibile e un colore.

In Sicilia si dice u’ Basilicò.

Nell’area del Mediterraneo, il basilico è un simbolo di amore e di augurio, ma è anche considerato un afrodisiaco. In Italia, si dice che quando una ragazza desidera sposarsi, deve piantare una pianta di basilico il 15 Maggio e se fiorirà entro il 24 di Giugno, si sposerà entro l’anno seguente. In Toscana, il basilico è chiamato “amorino” e a Chieti l’odore del basilico si ritiene alla base del colpo di fulmine. In Sicilia una pianta di basilico sul balcone era il segnale che in famiglia ci fosse una figlia in età di matrimonio in cerca di marito.

Secondo la tradizione, il basilico aiuta la digestione, la cura del malditesta e della nausea. Può aiutare la concentrazione, l’attenzione e l’abilità nella risoluzione dei problemi.

Non ci sono piatti della tradizione siciliana senza basilico.

E’ l’aroma della nostra infanzia, delle ricette della nonna e di tutta la famiglia.
Il pesto di basilico era l’ingrediente segreto di Vincenzo che lo aggiungeva con sapiente maestria ai tuoi piatti come l’ultima pennellata del pittore sul suo quadro, decretando il successo del piatto.

“Don’t worry, the abuse of basil and love are not bad for your health”, scrive Jean-Claude Izzo nel suo libro Aglio, Menta and Basilico.

In Sicilia il basilico si trova quasi tutto l’anno e alle volte è possibile trovare un mango! Perchè non unire la tradizione siciliano con un sapore e un odore un po’ esotico.

Tostare una fetta di pane

Sbucciare e tagliare a fette sottili un mango.

Tagliare una fetta di mozzarella firodilatte e metterla sul pane.
Alternate una fetta di mango e una di mozzarella.

Condire con olio di oliva, aceto balsamico, sale, foglie di basilico e prezzemolo

Buon appetito!